Home Fondazione On. Angelo Satanassi In ricordo di A. Satanassi - di A. Bocchini
A. Satanassi. Foto, Sabatini
clicca per ingrandire

Angelo Satanassi ha interpretato il suo impegno politico e istituzionale come “servizio”, e perciò ha usato la sua intelligenza per produrre pensiero, cultura.

Cultura e pensieri che ha sempre coltivato in profonda autonomia e che anche per questo hanno segnato il suo lavoro per la capacità progettuale e la competenza nell’interpretare i cambiamenti. Non a caso lui è sempre stato per i Forlivesi “Il Sindaco”.

I Forlivesi hanno in questo modo voluto dare di lui l’immagine dell’uomo, che anche in solitudine, anche quando poteva essere scomodissimo, decideva, sceglieva e poi, successivamente, si occupava del consenso.

È la storia di Forlì e della Romagna di quei tempi che parla. Scelte importanti, ancora oggi restano essenziali allo sviluppo di questa terra: la diga di Ridracoli e la sua capacità di respingere ogni cosa che poteva metterla in discussione, la franchezza con cui parlava ai suoi cittadini spiegando perché non si sarebbero asfaltate le strade, ma si sarebbe fatta la diga, perché l’acqua viene prima di tutto e se non ce l’hai le strade e le autostrade non servono a nulla.

Certo Angelo oggi ci appare ancora più anomalo, in una stagione in cui la ragione, l’impegno, il pensiero sembrano caratteristiche di una politica da rottamare. Ma quanto ci manca quella sua capacità, fino agli ultimi giorni di vita, di sollecitarci ad alzare lo sguardo, a non fermarci nel programmare il benessere di questa parte della Romagna (dall’Università, alla sanità, allo sviluppo degli usi plurimi nell’ambito della gestione idrica).

Quelle sollecitazioni portavano con sé anche critiche severe per noi, ma non erano attacchi, esse esprimevano la perseveranza sua per far sì che la politica non mollasse e che non venisse meno la classe dirigente.

Parlare di Angelo quindi è anche e soprattutto sottoporre noi a una valutazione. Davvero esercitiamo i nostri ruoli cimentando la nostra intelligenza quotidianamente e con la consapevolezza che ovunque siamo, qualunque cosa facciamo, abbiamo il dovere di restituire dei risultati che segnino crescita?

Angelo in parte ha già più volte risposto.

Ariana Bocchini
Presidente Romagna Acque – Società delle Fonti S.p.A.
Forlì

Tratto da: "Un riformista lungimirante. Angelo Satanassi (1925-2011)", a cura di Guido Gambetta, Bononia University Press, Bologna, 2012.

 
Cerca